Corso di Laurea in Diritto dell'Economia

Informazioni

Corso attivato in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova 

Per eventuali informazioni contattare il Presidente del corso di Laurea, Prof. Filippo Viglione:

e-mail: filippo.viglione@unipd.it
Tel. +39 049 8273492
Fax +39 049 8273479



Perche' scegliere il corso di laurea in “Diritto dell’economia”?

La globalizzazione, l’internazionalizzazione delle imprese, le trasformazioni nelle funzioni della Pubblica Amministrazione sempre più richiedono una capacità di operare con il diritto alla luce degli obiettivi e dei vincoli dell’economia.

Nel corso di laurea in “Diritto dell’economia” lo studio del diritto è immediatamente orientato alla sua applicazione entro contesti - l’impresa, le organizzazioni del terzo settore, la Pubblica Amministrazione – nei quali la competenza in ambito giuridico deve unirsi alla capacità di comprendere gli obiettivi ed i vincoli economici propri di tali organizzazioni. 



Contenuti del corso di laurea

Il Corso di studio prevede 18 esami obbligatori, distribuiti in 3 anni di corso, più una idoneità e 12 CFU per insegnamenti a libera scelta.

La frequenza delle lezioni non è obbligatoria.

Gli obiettivi formativi perseguiti dal Corso di laurea in “Diritto dell’economia” si traducono in un percorso formativo nel quale lo studio del diritto è articolato con riferimento ai principali settori dell’ordinamento nazionale, al diritto dell’Ue, al diritto transnazionale, ad elementi di comparazione tra ordinamenti e famiglie di sistemi giuridici, e coniugato con lo studio di materie economiche, quali i fondamenti di microeconomia e macroeconomia, la scienza delle finanze, l’economia aziendale.

L'articolazione, nel piano didattico, di discipline teoriche e metodologiche, giuridiche (istituzionali e settoriali), economiche, di analisi quantitativa mira a fornire al laureato in "Diritto dell'economia" le competenze richieste per l'amministrazione di diverse tipologie di organizzazioni.

Nel Corso di Laurea sono previste, per gli studenti che desiderino avvalersene e risultino motivati in tal senso, attività di stage da svolgersi presso imprese produttive e di servizi, banche, assicurazioni, studi professionali, organizzazioni del terzo settore e Pubbliche Amministrazioni. Gli esami del terzo sono erogati tanto in lingua italiana quanto in inglese. Sarà lo studente a decidere in quale lingua frequentare le lezioni e sostenere l’esame.



Sbocchi occupazionali

Il corso è immediatamente professionalizzante e forma personale con competenza amministrativa e gestionale da inserire nelle banche, nelle società di assicurazioni e di intermediazione finanziaria, nelle organizzazioni non profit, nelle società di servizi, nella pubblica amministrazione e nelle associazioni di rappresentanza di interessi.

Il corso forma anche liberi professionisti, che potranno lavorare come consulenti del lavoro, consulenti d’impresa per il settore fiscale, finanziario, di gestione del personale e più ampiamente organizzativo.



Regole di ammissione

Il Corso di laurea è ad accesso libero e vi si accede con diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all’estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.

Per l’ammissione al Corso di laurea gli studenti devono possedere sufficienti conoscenze e competenze per affrontare un corso di studi universitario di primo livello, in particolare competenze linguistiche (lingua italiana), conoscenze di cultura generale e capacità logiche formali.

Le conoscenze e le competenze richieste per l’immatricolazione verranno verificate attraverso una prova di ammissione, che si svolge nella modalità denominata TOLC-E. Il TOLC-E è composto da 36 quesiti suddivisi in 3 sezioni (Matematica, Logica, Comprensione Verbale) e da una successiva sezione per la prova di conoscenza della lingua inglese. 

L’esito negativo della prova non è vincolante ai fini dell’iscrizione. Qualora il risultato della prova sia negativo, devono essere soddisfatti, entro il 30 settembre del primo anno di iscrizione al Corso di laurea, specifici obblighi formativi (OFA).



Studenti in regime di studio a tempo parziale

Gli immatricolati che svolgano attività lavorativa potranno, se lo vorranno, optare per il regime di tempo parziale. Tale regime implica una dilazione nel pagamento delle tasse universitarie ed il vincolo a sostenere, per ogni anno accademico, esami per non oltre 30 crediti formativi.

Per informazioni relative agli Studenti a tempo parziale visitare la pagina http://www.unipd.it/studiare-tempo-parziale.



Biblioteche
Laboratori









Link utili
        
Enti soci



Corsi attivati in collaborazione con
   
 
Corsi realizzati grazie alla